Create a Joomla website with Joomla Templates. These Joomla Themes are reviewed and tested for optimal performance. High Quality, Premium Joomla Templates for Your Site

società

Giovani e lavoro

Annalisa Garganodi ANNA LISA GARGANO
unire i puntini

Tirocini extracurriculari, apprendistato, Servizio Civile, sostegno all’autoimpiego, Bottega Abruzzo. Sono solo alcune delle misure di politica attiva del lavoro indirizzate ai giovani. Sono finanziate dall’Unione Europea con oltre 31 milioni di euro per l’Abruzzo.

Per alcuni, sono state e rimangono un flop. Per altri, possono essere un inizio o, più semplicemente, un’esperienza da mettere nel cassetto e tirare fuori al momento opportuno. Possono essere il modo per costruire un proprio progetto o, più semplicemente, per mettere sulla bilancia quello che si sa fare e quello che il mercato ci chiede di fare. Possono essere il modo per uscire dal gruppo dei NEET, cioè dei giovani che non studiano, non lavorano, non hanno un impiego e neppure lo cercano (in Abruzzo siamo al 27% della popolazione maschile e al 19% di quella femminile, contro il 20% della media nazionale e l’11,5% della media Ue). Possono essere un modo per non darsi per vinti. 

Ricordiamo tutti il discorso di Steve Jobs ai neolaureati di Stanford: “Unire i puntini”.

Informarsi sul mercato del lavoro, studiare le opportunità che l’Europa ci offre, conoscere i servizi del centro per l’impiego o di un’agenzia interinale, anche se oggi sembrano non avere alcuna utilità pratica, potrebbero, tra qualche anno, diventare puntini da unire.       

Ecco, quindi, qualche informazione, seppur sommaria.

Gargano Tabella

Per approfondimenti, recarsi al Centro per l’Impiego di Castel di Sangro (Palazzo della Provincia), visitare il sito della Regione Abruzzo (http://garanziagiovani.regione.abruzzo.it) oppure il sito nazionale www.cliclavoro.gov.it.

Tre anni fa, nelle nostre proposte per lo sviluppo locale e le politiche attive del lavoro, avevamo pensato all’edificio della ex Scuola Media come ad un incubatore di idee e nuove imprese, un luogo dove sperimentare il coworking, un luogo dove idee imprenditoriali diverse potessero incontrarsi e contaminarsi, dove l’artigiano, il libero professionista e il giovane informatico potessero beneficiare l’uno delle competenze dell’altro e crescere insieme. Uno spazio condiviso. Un facilitatore economico ma anche relazionale. Un “ecosistema fertile” per l’innovazione e lo sviluppo imprenditoriale, soprattutto giovanile.

La scuola media: un luogo che avrebbe avuto un valore in sé. Per tutti: scuola per i padri, palestra di vita per i figli. Oggi, invece, sembra che quell’edificio non possa che essere dismesso e alienato. Ed anche questo avrebbe un valore in sé.  Ma, certamente, non per tutti.

L’Abruzzo è al terzultimo posto della graduatoria nazionale con un tasso di occupazione del 53,9%, rispetto al 57,2% nazionale. I disoccupati sono aumentati dell’1,4% in controtendenza rispetto al dato nazionale dello -0,7%; il tasso di disoccupazione è stato del 13,7% mentre in Italia ha segnato il 12,1%. L’incremento degli inattivi è stato del 4,2%, valore di molto superiore a quello medio nazionale che è stato dello 0,5% (Fonte: Report della Cna Abruzzo riferito al  primo trimestre 2017).

 

1848
testata giornalistica dell'Associazione "Progetto Comune"
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici su :