Create a Joomla website with Joomla Templates. These Joomla Themes are reviewed and tested for optimal performance. High Quality, Premium Joomla Templates for Your Site

società

Lettera al mio Sindaco

Annalisa Garganodi ANNA LISA GARGANO

Caro Sindaco,            
devo ammetterlo. Lei è bravissimo a cogliere opportunità e reperire fondi, tra Masterplan e bandi europei, per costruire ponti, piscine e rotatorie. E se valesse l’equazione +finanziamenti = +benessere Castel di Sangro sarebbe davvero un paese in corsa.      
Ma così non è, purtroppo. I ragazzi, appena possono, lasciano Castel di Sangro per costruire altrove il loro futuro, le nostre strade sono tappezzate di cartelli vendesi e affittasi, la maggior parte degli imprenditori non chiude più per caparbietà che per convenienza e sempre più cittadini perdono soldi e dignità davanti alle slot machine. 

Leggi tutto

società

Giovani e lavoro

Annalisa Garganodi ANNA LISA GARGANO
unire i puntini

Tirocini extracurriculari, apprendistato, Servizio Civile, sostegno all’autoimpiego, Bottega Abruzzo. Sono solo alcune delle misure di politica attiva del lavoro indirizzate ai giovani. Sono finanziate dall’Unione Europea con oltre 31 milioni di euro per l’Abruzzo.

Per alcuni, sono state e rimangono un flop. Per altri, possono essere un inizio o, più semplicemente, un’esperienza da mettere nel cassetto e tirare fuori al momento opportuno. Possono essere il modo per costruire un proprio progetto o, più semplicemente, per mettere sulla bilancia quello che si sa fare e quello che il mercato ci chiede di fare. Possono essere il modo per uscire dal gruppo dei NEET, cioè dei giovani che non studiano, non lavorano, non hanno un impiego e neppure lo cercano (in Abruzzo siamo al 27% della popolazione maschile e al 19% di quella femminile, contro il 20% della media nazionale e l’11,5% della media Ue). Possono essere un modo per non darsi per vinti. 

Leggi tutto

società

Migranti: ne vogliamo parlare ?

Annalisa Garganodi ANNA LISA GARGANO
“Il problema accoglienza c’è e non bisogna negarlo. Ma c’è anche la soluzione, bisogna convincersi a farla propria”.

(Matteo Biffoni, delegato Immigrazione dell’Anci, Associazione nazionale comuni italiani)

Oggi nel nostro comprensorio vivono circa 350 migranti di cui 70 nei due centri di Roccacinquemiglia, 130 nei due centri di Roccaraso, 50 ad Alfedena, 50 a Pescasseroli e circa 45 a Villa Scontrone (il centro di Rionero è stato chiuso da poche settimane). In rapporto ai residenti rappresentano circa il 3% della popolazione locale.

Sono per lo più uomini tra i 16 e i 35 anni provenienti dall’Africa Occidentale (Nigeria, Mali, Ghana, Senegal, Guinea), dal Pakistan e dal Bangladesh. Sono uomini e donne che la Prefettura dell’Aquila ha destinato al nostro comprensorio sulla base di valutazioni puramente quantitative riferite al numero dei posti disponibili.

Ma chi stabilisce i posti disponibili? Chi decide l’apertura o la localizzazione di un nuovo centro? E soprattutto, i centri sono la soluzione al problema dell’accoglienza?

In Italia il sistema dell’accoglienza si articola in Cas (Centri di accoglienza straordinaria) e Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati). Una volta entrati in Italia, i migranti vengono sottoposti ad un primo screening sanitario e poi vengono smistati nei Cas, strutture gestite da associazioni o cooperative che vincono un bando della Prefettura, prendono  in affitto un locale o un albergo e garantiscono agli ospiti tre pasti quotidiani e un posto per dormire. Il Comune che li ospita non ha alcuna voce in capitolo.

Leggi tutto

società

AAA Piano di Emergenza Comunale aggiornasi !

Alessandra Tesonedi ALESSANDRA TESONE

È passato un anno da quando la terra ha tremato nel centro Italia. Ognuno di noi, abitanti di un territorio così simile a quello colpito dal sisma, si è immedesimato nei sentimenti di paura ed impotenza vissuti dalle popolazioni colpite da distruzione e morte. Ancora una volta è emersa chiara la consapevolezza che il nostro territorio, bellissimo e variegato nella sua morfologia e struttura, è frutto di un pianeta che è vivo. La presunzione e l’arroganza dell’uomo nel credere di poter piegare ogni elemento alle proprie futili esigenze è stata ancora una volta spazzata via dalla furia di un evento tanto imprevedibile quanto violento e drammatico nei suoi effetti.

È in momenti come questi che la consapevolezza che Lui, il Pianeta, vince sempre e comunque, non può però tramutarsi in rassegnazione, ma deve essere la molla per acquisire una nuova visione della propria condizione e per unirci con un unico obiettivo: essere pronti la prossima volta. Perché non sappiamo quando, dove e come ma sappiamo per certo che ci sarà nel nostro futuro un’altra emergenza del genere. E stavolta noi dovremo essere pronti.

Leggi tutto

alto sangro, società

Castel di Sangro, nasce “Insieme per lo Sport”

Coinvolte sei associazioni sportive locali. La presentazione venerdì primo dicembre al Lavatoio.

CASTEL DI SANGRO – Si chiama “Insieme per lo Sport” e si propone come un nuovo modello di fare sport in Alto Sangro. Il progetto, che sarà presentato venerdì primo dicembre alle 19,00 nella hall dell’hotel Il Lavatoio a Castel di Sangro, nasce con l’obiettivo di diffondere la cultura dello sport e renderlo accessibile a tutti attraverso l’applicazione di tariffe agevolate.  Nel corso dell’evento inaugurale saranno illustrate le attività dell’anno sportivo 2017/2018.

L’iniziativa, messa in piedi da quattro sportivi locali, riunisce sei associazioni sportive dell’Alto Sangro che spontaneamente si sono aggregate condividendo la mission di promuovere l’educazione dei giovani attraverso i valori dello sport: A.S.D. In Movimento , Volley Alto Sangro, Pattinatori Ghiaccio Altopiano 5 Miglia, Gymtonic, Scuola Sci Roccaraso Aremogna e Accademia Tennis Castel di Sangro.

Leggi tutto

1848
testata giornalistica dell'Associazione "Progetto Comune"
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici su :