Create a Joomla website with Joomla Templates. These Joomla Themes are reviewed and tested for optimal performance. High Quality, Premium Joomla Templates for Your Site
  • SANITà, PROGETTO COMUNE ALL'ATTACCO: "MAGGIORANZA ARROGANTE ED IRRESPONSABILE"

    13710513 1755133461422428 8793601836459992680 o

    Ieri, 12 luglio 2019, si è tenuto il Consiglio Comunale straordinario sulla Sanità chiesto in data 27 febbraio 2019 dal gruppo consiliare di opposizione “Progetto Comune”. Nonostante l’argomento meritasse un atteggiamento unitario e conciliante nell’interesse di un intero territorio, l’arroganza del Sindaco e della Presidente del Consiglio, tendenti più all’attacco personale che ad un atteggiamento  attivamente propositivo, ha costretto i consiglieri di opposizione ad abbandonare l’aula prima della conclusione del Consiglio stesso. 

    A fronte di un ordine del giorno che prevedeva  la discussione sulla Sanità altosangrina alla presenza dei Sindaci del territorio, Caruso ha imposto la votazione su un documento preconfezionato e non condiviso che prescinde totalmente dagli interventi e dalle proposte di integrazione dei consiglieri di opposizione e dei Sindaci invitati e intervenuti. Un documento che nessuno aveva letto. Forse solo Sindaco e Presidente del Consiglio.

    Leggi tutto
  • SANITà, PROGETTO COMUNE DEPOSITA RICHIESTA UFFICIALE.

    "RITIRATE LA DELIBERA APPROVATA IN CONSIGLIO E CONVOCATE LA COMMISSIONE SANITà. LE PROPOSTE UNITARIE SI CONDIVIDONO, NON SI IMPONGONO."

     

    WhatsApp Image 2019 07 16 at 12.32.59

     

    Leggi tutto
  • sanità, il consiglio comunale di castel di sangro convocato a l'aquila

    11879118 1487357098230316 7791501802384934035 o

    progetto comune: "fatto positivo che va nella direzione giusta. verificheremo volontà di migliorare la sanità per i cittadini"

    L'incontro convocato lunedì a L'Aquila dall'assessore regionale alla sanità, cui parteciperà l'intero consiglio comunale di Castel di Sangro, è innanzitutto una buona notizia per il territorio, oltre che il riconoscimento del ruolo e dell'impegno che il consiglio comunale della nostra città - pur nella sua dialettica tra maggioranza e opposizione - ha avuto e dovrà avere nella delicata e difficile gestione del tema sanitario. Attendiamo di incontrare l'assessore fiduciosi che si possa aprire una fase di vera e trasparente condivisione con le istituzioni regionali, con l'obiettivo, che crediamo comune, di garantire la salvaguardia ed il potenziamento dell'Ospedale di Castel di Sangro e della sanità sul territorio, da troppo tempo messi in discussione.

    Leggi tutto
  • Videosorveglianza: Progetto Comune scrive al Comitato Imprenditori

    Al Comitato Imprenditori di Castel di Sangro

    Carissimi,

    da molti mesi nella nostra città si percepisce una crescente esigenza di sicurezza, a seguito dei furti e delle attività criminali che hanno creato un clima di giusta preoccupazione da parte dei cittadini. Come noto, fin da subito abbiamo accolto l'iniziativa, sostenuta con grande determinazione anche dal vostro Comitato, di chiedere la realizzazione di un impianto di videosorveglianza cittadino, con l'obiettivo di contribuire alla prevenzione e alla repressione dei reati. Abbiamo quindi favorito, anche in sede di consiglio comunale, l'adozione delle misure e delle iniziative necessarie ad avviare questo importante investimento, per dare una risposta rapida, concreta ed efficace alle ansie e alle preoccupazioni dei cittadini.

    Il confronto pubblico e politico è stato sempre improntato alla massima condivisione intorno a questo comune obiettivo. Per questo da molti mesi chiediamo all'amministrazione comunale di individuare le risorse economiche necessarie a realizzare l'impianto, non potendo contare, almeno per il momento, né sull'iniziativa da parte della società CPL Concordia né sul finanziamento da parte del Governo. Lo abbiamo fatto convinti di interpretare ancora una volta anche il vostro impegno e il sentimento collettivo di tutti i Castellani.

    Leggi tutto

alto sangro

SANITà, PROGETTO COMUNE ALL'ATTACCO: "MAGGIORANZA ARROGANTE ED IRRESPONSABILE"

13710513 1755133461422428 8793601836459992680 o

Ieri, 12 luglio 2019, si è tenuto il Consiglio Comunale straordinario sulla Sanità chiesto in data 27 febbraio 2019 dal gruppo consiliare di opposizione “Progetto Comune”. Nonostante l’argomento meritasse un atteggiamento unitario e conciliante nell’interesse di un intero territorio, l’arroganza del Sindaco e della Presidente del Consiglio, tendenti più all’attacco personale che ad un atteggiamento  attivamente propositivo, ha costretto i consiglieri di opposizione ad abbandonare l’aula prima della conclusione del Consiglio stesso. 

A fronte di un ordine del giorno che prevedeva  la discussione sulla Sanità altosangrina alla presenza dei Sindaci del territorio, Caruso ha imposto la votazione su un documento preconfezionato e non condiviso che prescinde totalmente dagli interventi e dalle proposte di integrazione dei consiglieri di opposizione e dei Sindaci invitati e intervenuti. Un documento che nessuno aveva letto. Forse solo Sindaco e Presidente del Consiglio.

Leggi tutto

politica e palazzo

sanità, il consiglio comunale di castel di sangro convocato a l'aquila

11879118 1487357098230316 7791501802384934035 o

progetto comune: "fatto positivo che va nella direzione giusta. verificheremo volontà di migliorare la sanità per i cittadini"

L'incontro convocato lunedì a L'Aquila dall'assessore regionale alla sanità, cui parteciperà l'intero consiglio comunale di Castel di Sangro, è innanzitutto una buona notizia per il territorio, oltre che il riconoscimento del ruolo e dell'impegno che il consiglio comunale della nostra città - pur nella sua dialettica tra maggioranza e opposizione - ha avuto e dovrà avere nella delicata e difficile gestione del tema sanitario. Attendiamo di incontrare l'assessore fiduciosi che si possa aprire una fase di vera e trasparente condivisione con le istituzioni regionali, con l'obiettivo, che crediamo comune, di garantire la salvaguardia ed il potenziamento dell'Ospedale di Castel di Sangro e della sanità sul territorio, da troppo tempo messi in discussione.

Leggi tutto

politica e palazzo

Nessuna rinuncia a indennità e staff: Caruso boccia i nostri emendamenti su riduzione costo della mensa e videosorveglianza

13710513 1755133461422428 8793601836459992680 o

Come spesso accade in politica, quando dalle parole si passa ai fatti, la propaganda si infrange contro un muro. Nel consiglio comunale del 24 marzo la maggioranza di Caruso ha bocciato due importanti emendamenti al bilancio preventivo presentati dal gruppo di Progetto Comune, rimangiandosi i precedenti impegni assunti nei confronti dei cittadini.
La prima delle due proposte riguardava la realizzazione di un impianto di videosorveglianza. Da anni Caruso promette inutilmente l’installazione di un sistema di telecamere per prevenire e reprimere i reati commessi nella nostra città. Di fronte alla nostra proposta di creare un fondo di 40.000 euro per realizzare subito l’impianto, l’amministrazione ha detto un secco no, con tanti saluti alla sicurezza dei castellani.
La seconda proposta prevedeva di tagliare massicciamente il contributo che i genitori versano per le mense della scuola per l’infanzia e della scuola primaria, assicurando un risparmio medio, per una famiglia con due figli, fino a 120 euro al mese. Una misura concreta, efficace e percepibile. Per finanziare questa misura si proponeva un sacrificio alla politica, con il taglio del 20% delle indennità degli amministratori (anche questo più volte promesso) e dell’ufficio di staff del Sindaco (12.000 euro di cui non vi è traccia negli ultimi bilanci del Comune).

Leggi tutto

alto sangro

Comunicato Stampa

Progetto Comune:

"Decisione Asl gravissima. Convochiamo subito consiglio comunale straordinario. Necessario coinvolgere i cittadini di Castel di Sangro e del comprensorio."

La decisione della Asl di chiudere l'unità di chirurgia dell'Ospedale di Castel di Sangro per carenza di personale è gravissima. Si tratta dell'ennesimo folle e miope provvedimento volto a depotenziare il nostro presidio. Paradossale e perfino offensivo, poi, che lo stesso venga motivato con la necessità di garantire la salute dei cittadini. Il Sindaco minaccia ricorsi alla Procura della Repubblica, che siamo anche disposti a sottoscrivere, ma l'unica vera necessità è quella di una forte iniziativa politica - mai avviata da Caruso nonostante egli faccia parte del Comitato ristretto dei Sindaci - che non si riduca alle inutili e propagandistiche festicciole domenicali con tanto di sorrisi a favore di telecamera. Un'iniziativa politica che deve essere partecipata con i cittadini di Castel di Sangro e dell'Alto Sangro, che oggi sentono fortemente messo in discussione il loro diritto alla salute. Mentre qualcuno brinda, l'Ospedale di Castel di Sangro chiude. Non lo consentiremo. Nelle prossime ore presenteremo la richiesta formale ed urgente di convocazione di un consiglio comunale straordinario, in occasione del quale inviteremo il Presidente della Regione Marsilio, tutti i Sindaci del territorio, compresi quelli dell'Alto Molise, e tutti i cittadini. È molto importante che le nostre comunità siano rese partecipi e protagoniste del loro destino, perché non si debba rimpiangere domani quello che non si è riusciti a difendere oggi. 

I Consiglieri Comunali del gruppo Progetto Comune

politica e palazzo

Elezioni regionali: #10 domande ai candidati dell’Alto Sangro (3)

5) Parliamo della tua campagna elettorale e di costi. Su cosa hai investito e quanto hai speso finora? Hai ricevuto finanziamenti e/o contributi?

DI DONATO: Non sono ancora riuscito a quantificare le spese, ma di certo posso affermare due cose: non ho ricevuto nessun finanziamento o contributo e sono nettamente sotto il limite imposto dalla legge per le spese. Privilegio i rapporti umani e le spese le ho concentrate tutte sul materiale elettorale. Niente spot televisivi e radiofonici, niente cene. Ho puntato sui social, utilizzando il mio profilo e non comprando follower. Sto cercando di contattare tutti i miei elettori personalmente: voglio che mi guardino in faccia, voglio che sentano la mia voce direttamente. Voglio sentire la loro fiducia direttamente, per questo ho macinato chilometri ed ho incontrato i cittadini in quasi tutti i Comuni della provincia dell’Aquila. In ogni caso sarà tutti rendicontato e pubblicato come previsto dalla legge.

LIBERATORE: La mia è una campagna elettorale austera. Devo fare affidamento sulle mie (irrisorie) disponibilità e sull’aiuto, solo morale, dei miei amici. Per ogni ulteriore dettaglio, Vi invito a contattare il mio mandatario elettorale.

Leggi tutto

politica e palazzo

Elezioni regionali: #10 domande ai candidati dell’Alto Sangro (1)

1) Sei uno dei tre candidati del territorio, una breve descrizione per i nostri lettori.

WhatsApp Image 2019 02 05 at 10.56.33DI DONATO: Montagna, studio, moderazione, sport, dialogo, rispetto e lealtà. Potrebbe essere questo il paradigma giusto per presentarmi. Ho 41anni, sono laureato in Giurisprudenza e in Management dello sport e delle imprese sportive. Ho perfezionato la mia formazione accademica frequentando un master in Diritto ed economia dello sport nell’Ue ed un altro master in Management delle imprese sportive. Da 7 anni sono il sindaco di Roccaraso, vivo a Castel di Sangro con la mia compagna Annalisa, sono il presidente del Collegio abruzzese dei maestri di sci e da quando sono piccolo frequento le piste da sci del comprensorio dell’Alto Sangro prima come atleta e oggi come allenatore. Ai giudizi superficiali preferisco le analisi approfondite, ho una formazione politica e culturale fondata sulla moderazione, ma mi piace tradurre in fatti concreti gli impegni che prendo con la mia gente. Credo nel lavoro di squadra ma amo prendermi le mie responsabilità e quando c’è stato da difendere il mio territorio mi sono sempre battuto con grande determinazione. Dico grazie al passato, ma guardo con entusiasmo al futuro. Non ho mai fatti calcoli personali, non baratterei mai la stima e la fiducia della mia gente per una poltrona o per un incarico. 

DONATELLI: Mi chiamo Giulia, sono di Pescocostanzo e ho 24 anni. Il mio interesse per la politica nasce fin dai tempi della scuola, ho frequentato il Liceo Scientifico a Sulmona e già in quel periodo ho rappresentato gli studenti presso la Consulta provinciale degli istituti superiori. Non nascondo che a casa la politica ha sempre avuto una presenza attiva, da parte di mio padre che ha avuto in passato un ruolo nell’amministrazione provinciale dell’Aquila e ora è presente nel consiglio comunale di Pescocostanzo. È chiaro che la mia giovane età è da sé poco sufficiente a testimoniare un passato politico, ma una cosa è certa: insieme alla passione dello sci posso dire con tranquillità che la politica è di pari interesse. La politica è la vita, capisco la frase fatta, ma è così, perché la politica è in ogni aspetto della vita sociale. La tanta attività sportiva effettuata negli anni ha fatto sì che mi rendessi conto del significato di partecipazione, di socializzazione e soprattutto della competizione nella vita.

LIBERATORE: Mi chiamo Andrea Liberatore. Sono nato e cresciuto a Castel di Sangro. Ho 42 anni e sono un avvocato. Sono consigliere comunale di Castel di Sangro dal 2004, comune presso il quale ho presieduto anche l’assessorato alle Politiche Sociali. Sono sposato con Maurizia dal 2014. La mia vita si divide tra Castel di Sangro e Sulmona, città, quest’ultima, dove vivo con mia moglie. Ho una passione smisurata per il mio territorio, non per ragioni di circostanza o di opportunismo elettorale, ma per un sincero e genuino senso di appartenenza. Sento mia questa terra, sento ardere in me la volontà di rappresentare questa comunità. Un eventuale successo non sarà né un vanto né un’impresa per me; sarà solo ed esclusivamente l’onore di rappresentare i miei conterranei. Vivo questa tornata elettorale nella convinzione di riuscire far valere le necessità del nostro territorio; un territorio che, per tante, forse per troppe legislature, è stato spesso relegato ai margini, ma che, per le sue potenzialità e per la sua storia, merita un ruolo da protagonista in consiglio regionale. Io ci sono e ci sarò.

Leggi tutto

alto sangro

SERVIZI SANITARI

Domenico Carusodi DOMENICO CARUSO

L'ospedale sta morendo, l'appella del Tribunale per i diritti del malato

La nostra associazione di tutela dei diritti dei cittadini è presente presso il Presidio ospedaliero dal 1989. La sua funzione di verifica della qualità dei servizi e del trattamento dei malati è stata sempre attenta e collaborativa con la Direzione Sanitaria, al fine di evitare episodi di malasanità, ponendo l’attenzione alla struttura, agli ambienti destinati al ricovero dei malati, agli ambulatori e ai servizi presenti.  

Leggi tutto

alto sangro

Il metodo Caruso: promesse, passerelle e priorità dimenticate

Daniele Marinellidi Daniele Marinelli

Pochi giorni fa, passeggiando vicino al convento della Maddalena, ispirato dai colori dell’autunno e dall’imponente sagoma del ponte di prossima inaugurazione (idea pregevole, ma con struttura, materiali e colori che sembrano catapultati in mezzo ai nostri monti da qualche megalopoli californiana), mi sono chiesto quale giudizio si possa dare, a tre anni dall’insediamento, all’operato dell’amministrazione comunale. Ammantandosi delle vesti del supereroe, con grande successo per la sua immagine personale, il Sindaco sta intelligentemente raccogliendo i buoni frutti del lavoro fatto dai suoi predecessori (piste ciclabili, campus scolastico) e, utilizzando le opportunità del Masterplan, ha avviato l’iter per la realizzazione di altri lavori pubblici (sempre che i finanziamenti previsti non vengano smistati sulla manutenzione dei ponti dell’A24 e dell’A25). 

Leggi tutto

alto sangro

Videosorveglianza: Progetto Comune scrive al Comitato Imprenditori

Al Comitato Imprenditori di Castel di Sangro

Carissimi,

da molti mesi nella nostra città si percepisce una crescente esigenza di sicurezza, a seguito dei furti e delle attività criminali che hanno creato un clima di giusta preoccupazione da parte dei cittadini. Come noto, fin da subito abbiamo accolto l'iniziativa, sostenuta con grande determinazione anche dal vostro Comitato, di chiedere la realizzazione di un impianto di videosorveglianza cittadino, con l'obiettivo di contribuire alla prevenzione e alla repressione dei reati. Abbiamo quindi favorito, anche in sede di consiglio comunale, l'adozione delle misure e delle iniziative necessarie ad avviare questo importante investimento, per dare una risposta rapida, concreta ed efficace alle ansie e alle preoccupazioni dei cittadini.

Il confronto pubblico e politico è stato sempre improntato alla massima condivisione intorno a questo comune obiettivo. Per questo da molti mesi chiediamo all'amministrazione comunale di individuare le risorse economiche necessarie a realizzare l'impianto, non potendo contare, almeno per il momento, né sull'iniziativa da parte della società CPL Concordia né sul finanziamento da parte del Governo. Lo abbiamo fatto convinti di interpretare ancora una volta anche il vostro impegno e il sentimento collettivo di tutti i Castellani.

Leggi tutto

alto sangro

Richiesta convocazione consiglio comunale straordinario sulla Sanità

Come già anticipato a mezzo stampa, il 27 febbraio abbiamo consegnato alla Presidenza del Consiglio Comunale di Castel di Sangro la richiesta di convocazione di un Consiglio Comunale straordinario sulla sanità, chiedendone lo svolgimento al Teatro Tosti per assicurare la più ampia partecipazione da parte dei cittadini. Abbiamo chiesto alla Presidenza di invitare il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, il comitato ristretto dei sindaci della provincia dell'Aquila e tutti i sindaci del comprensorio. Non possono bastare, come ovvio, le generiche rassicurazioni che sono arrivate negli ultimi giorni. Sono necessari una forte iniziativa politica a difesa del diritto alla salute ed atti formali e ufficiali che ne certifichino il valore. Il Consiglio Comunale straordinario sarà anche la sede adatta per discutere del delicato rapporto tra sanità pubblica e privata, al centro del dibattito negli ultimi giorni. Siamo e saremo determinati a fare tutto quello che è nelle nostre facoltà, in tutte le sedi, al fianco dei cittadini di Castel di Sangro e del comprensorio, per difendere la sanità pubblica sul nostro territorio.

Il gruppo consiliare di Progetto Comune

Leggi tutto

politica e palazzo

Elezioni regionali: #10 domande ai candidati dell’Alto Sangro (4)

7) (a Francesco Di Donato): Chi “temi” di più tra gli altri due candidati dell’Alto Sangro?

Ho grande rispetto per tutti i candidati soprattutto perché l’impegno elettorale comporta enormi sacrifici personali. La cosa che temo di più, è però il fatto di non riuscire a spiegare i miei progetti per questo territorio a tutti gli elettori. Abbiamo tantissime cose da fare e dobbiamo farle in breve tempo perché i cittadini hanno aspettative alte e non vogliamo assolutamente deluderle. E poi temo la dispersione del voto: sono l’unico candidato dell’Alto Sangro che è veramente in corsa per essere eletto e questo territorio, anemico dal punto di vista demografico e ancora una volta vittima delle candidature di servizio, non può permettersi di sbagliare e di sprecare voti che sono decisivi per la mia elezione in Consiglio regionale.

7) (ad Andrea Liberatore): Veniamo al triangolo Udc-Scoccia-Marsilio. Alla presentazione delle liste, l’Udc ha candidato all’ultimo momento Marianna Scoccia, all’insaputa di Marsilio e nonostante il veto posto dagli altri partiti della coalizione. La manovra, alquanto oscura, è stata duramente condannata dallo stesso Marsilio che appresa la notizia ha dichiarato “L’Udc è fuori dalla coalizione”. La vostra lista però è stata ammessa alla partita e sarà regolarmente a sostegno di Marsilio. Cosa succederà nel caso dovesse essere eletta la Scoccia, che corre in tandem con te?

Innanzitutto auguro alla Scoccia i migliori successi elettorali. Che cosa possa succedere nel caso di una sua elezione lo sapremo solo dopo il dieci di febbraio. Ritengo che la questione della lista e dei nomi di Scoccia e di Olivieri sia andata oltre quella doveva essere la giusta attenzione. È stata ingenerosa la strumentalizzazione operata, soprattutto da parte dei nostri avversari. Il passato di Marianna parla chiaro ed è un passato di centrodestra. Sono convinto che faremo un gran risultato e daremo un grosso contributo alla nostra regione.

Leggi tutto

politica e palazzo

Elezioni regionali: #10 domande ai candidati dell’Alto Sangro (2)

3) Nelle passate elezioni regionali, le candidature locali sono sempre state viste come candidature di servizio, per i più critici candidature "portaborracce", utili solo a portare acqua ai candidati della Marsica e della Valle Peligna. Perché la tua candidatura non dovrebbe essere percepita in questo modo?

WhatsApp Image 2019 02 05 at 10.56.33DI DONATO: Vengo dal mondo dello sport agonistico e sono molto competitivo. Non ho “cambiali” da onorare, non vivo di politica, non ho mai accettato candidature di servizio e non mi piace che il mio territorio finisca su un binario morto. Ho una grande squadra che sta lavorando con me su tutto il territorio provinciale: siamo convinti che arriveremo a Palazzo dell’Emiciclo insieme a Giovanni Legnini, che sta compiendo una rimonta storica che aprirà una nuova fase vincente della nostra regione. C’è un entusiasmo incredibile intorno alla mia candidatura: vedrete che chi gioca contro il nostro territorio questa volta resterà deluso. Chi è abituato a candidarsi per eccesso di autostima, chi è stato già sonoramente bocciato nelle precedenti elezioni regionali e non si rassegna, non fa il gioco dell’Alto Sangro. È il momento di metterci la faccia: io lo faccio perché credo nella qualità e nella storia di Legnini. Ho tutte le carte in regola per farcela e per regalare a questo territorio una voce che altrimenti non avrà mai. Certamente non mi sarei mai candidato solo per permettere ad altri di difendere una poltrona frutto di accordi politici di secondo livello. Poltrone che ovviamente sono a tempo determinato e quel tempo sta scadendo, come sono di qualità scadente gli accordi da sottobosco della politica che le hanno determinate. La gente è ben cosciente del quadro deprimente che si trova davanti ed è stufa di questi giochini sulla pelle dei cittadini e dei servizi.

DONATELLI: Voglio chiarire con forza che la mia candidatura è certamente al servizio del nostro territorio. La Lega in questo momento ha un enorme consenso popolare e credo che il mio apporto elettorale, dal punto di vista numerico, non risulti indispensabile. Credo che la mia candidatura, proprio per le ragioni che ho elencato precedentemente, vada considerata come la vera possibilità di rappresentare con altro spirito il nostro territorio in Regione. Le percentuali dei sondaggi confermano una futura e forte presenza della Lega nel prossimo consiglio regionale: in caso di vittoria almeno 13 consiglieri, sui 17 che spetteranno alla coalizione vincitrice, saranno assegnati al mio partito. La nostra, molto probabile, forte presenza nella giunta regionale aumenterà fortemente la possibilità d’ingresso di altri consiglieri. La mia campagna elettorale si sta volgendo su tutto il territorio provinciale e trovo ampio consenso sulla mia persona. Sono la più giovane candidata di tutta la coalizione di centrodestra, questo non è un valore ma un apprezzamento che testimonia la voglia del cambiamento.

LIBERATORE: Storicamente il nostro territorio non è mai riuscito ad esprimere un candidato. La sfida è senza dubbio difficile anche questa volta. Sono fermamente convinto però che ci siano comunque delle possibilità di successo. Non avrei mai accettato questa sfida per interpretare il ruolo di “portaborracce”. Ho dalla mia l’unica candidatura di Castel di Sangro, l’appoggio di gran parte del gruppo di maggioranza del consiglio comunale, su tutti del sindaco Caruso; ho la speranza di un appoggio della comunità di Castel di Sangro e delle zone limitrofe, con l’intento di rappresentare una figura adeguata e rappresentativa di un intero comprensorio. La mia carriera politica, nata nel 2004, ha raggiunto il giusto livello di maturazione, una maturazione che mi rende consapevole di quello che riuscirò esprimere in consiglio regionale.

Leggi tutto

politica e palazzo

Torniamo a parlare di politica

Alfredo Fiorittodi Alfredo Fioritto

Nelle ultime assemblee dell’Associazione Progetto Comune ho chiesto agli associati di avviare una discussione franca e aperta sulle nuove elezioni comunali del 2020. Qualcuno ha risposto che sarebbe troppo presto per parlarne ma molti altri hanno convenuto sulla necessità di cominciare. A ben vedere, stando ai tempi fisiologici, se le elezioni si svolgeranno tra aprile e maggio del 2020 vuol dire che a dicembre del 2019 dovrà essere chiaro chi e in che forma si presenterà a sfidare il sindaco Caruso (che certamente si ricandiderà). Il che vuol dire che ci sono circa dodici mesi di tempo per lavorare alla nuova sfida.

È, dunque, il momento di tornare a parlare di politica. Chiariamo: in tutto questo tempo abbiamo fatto politica; ci siamo, però, concentrati sui problemi concreti dell’amministrazione che via via si sono presentati. I temi di discussione sono stati dettati dall’ordine del giorno dei consigli comunali, dalle richieste dei cittadini o dalla nostra stessa iniziativa. Ora ci restano meno di due anni per continuare a fare opposizione in consiglio e nella società. Contemporaneamente dovremo cominciare a pensare al futuro. 

Leggi tutto

La Buona Notizia

La cucina dell’Ospedale compie un anno. Auguri!

Tra le tante notizie negative che arrivano sul nostro ospedale, alle prese con continui tagli di personale e servizi, c’è una storia positiva che merita di essere condivisa. Molti ricorderanno i trenta pazienti ricoverati rimasti a digiuno a causa della contestata chiusura della Strada Statale 17, bloccata dalla neve, che impedì il trasporto del catering da Sulmona a Castel di Sangro. Era il ponte dell’Epifania 2017 e quel primo weekend dell’anno fu il preludio di un mese terribile per la nostra regione. La cucina dell’ospedale di Castel di Sangro era in ristrutturazione e ogni giorno il pasto ai degenti veniva assicurato da un servizio catering con partenza da Sulmona, sede del centro cottura della Vivenda Spa, società del gruppo La Cascina che dal 2015 ha in appalto la gestione della mensa ospedaliera sangrina.

Leggi tutto

Altri articoli...

1848
testata giornalistica dell'Associazione "Progetto Comune"
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici su :